Luglio 3, 2024

Guida agli incentivi fotovoltaici 2024: come ottenere sussidi e bonus per il fotovoltaico

fotovoltaico
Condividi

Scopri tutte le opportunità di risparmio e sostegno per l’adozione di impianti solari

Negli ultimi anni, l’Italia ha intensificato gli sforzi per promuovere l’adozione di impianti fotovoltaici tra i cittadini, offrendo una serie di incentivi statali e regionali. Il 2024 non fa eccezione, con nuovi regimi incentivanti progettati per favorire l’autoconsumo e combattere la povertà energetica. Scopriamo insieme tutte le opportunità disponibili per i privati interessati.

Incentivi al fotovoltaico per privati e famiglie: panorama aggiornato

Il panorama degli incentivi al fotovoltaico per i privati cittadini è in continua evoluzione nel 2024. Con la fine del Superbonus 110% e l’introduzione di nuove configurazioni dell’energy sharing, si premiano sempre più gli impianti solari in autoconsumo. Questi incentivi includono ecobonus rinnovati e opportunità per famiglie a basso reddito di ottenere impianti fotovoltaici gratuiti.

Fotovoltaico gratuito grazie al Reddito Energetico (ISEE)

Una delle novità più significative è il Reddito Energetico nazionale 2024, che consente a famiglie con ISEE basso di ottenere impianti fotovoltaici gratuitamente. Questo programma mira a installare 31.000 impianti solari domestici entro il 2025, con un budget di 200 milioni di euro per il biennio.

Beneficiari e modalità di accesso Le famiglie con ISEE inferiore a 15.000 euro (o inferiore a 30.000 euro con almeno 4 figli a carico) possono fare richiesta. Le domande sono aperte dal 5 luglio 2024 fino al 31 dicembre 2024, o fino ad esaurimento fondi. Gli impianti incentivati hanno una potenza compresa tra 2 e 6 kWp, con un contributo fino a 2.000 euro più 1.500 euro per ogni kW di potenza.

Come fare domanda L’istanza per il Reddito Energetico deve essere presentata tramite la piattaforma del GSE con SPID, senza necessità di autorizzazioni aggiuntive per l’installazione sui tetti.

Bonus Fotovoltaico 50% e Superbonus 70%: altre opportunità di risparmio

Il Bonus Fotovoltaico 50%, noto anche come Bonus Casa, permette di detrarre il 50% delle spese sostenute per l’installazione di impianti fotovoltaici residenziali. Similmente, il Superbonus 70% per interventi di riqualificazione energetica, inclusi i pannelli solari, rimane un’opzione vantaggiosa per il 2024.

Beneficiari e modalità di accesso Sia i singoli proprietari che i condomìni possono usufruire di questi bonus, con la possibilità di detrarre fino a 48.000 euro per unità immobiliare.

Come fare domanda La richiesta di detrazione avviene tramite la dichiarazione dei redditi, con requisiti specifici come il bonifico parlante e l’invio di documentazione tecnica entro tempi stabiliti.

Incentivi per l’Autoconsumo Fotovoltaico e le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER)

Il Decreto CACER introduce incentivi per l’autoconsumo diffuso e le CER, premiando l’energia condivisa tra condomìni e comunità. Questi regimi offrono tariffe premio e corrispettivi ARERA per l’energia generata da impianti fotovoltaici.

Beneficiari e modalità di accesso I condomìni e i privati cittadini possono beneficiare di questi incentivi, con scadenze variabili entro il 2027 per l’autoconsumo diffuso.

Come fare domanda L’accesso avviene tramite il Portale del GSE per la produzione e il consumo di energia.

Conto Termico 3.0: il futuro degli incentivi termici e fotovoltaici

Il prossimo Conto Termico 3.0 potrebbe estendere gli incentivi anche ai pannelli fotovoltaici, incentivando la sostituzione di impianti di climatizzazione invernale con pompe di calore elettriche.

Beneficiari e modalità di accesso Aperto a privati, PA ed enti del terzo settore, questo schema è attualmente in fase di valutazione ministeriale.

Come fare domanda Le modalità precise saranno definite al momento dell’entrata in vigore del Decreto Ministeriale.

Concludendo, il 2024 offre molteplici opportunità per chi desidera investire in un impianto fotovoltaico, con incentivi mirati a rendere l’energia solare accessibile a tutti, riducendo al contempo il costo dell’energia e promuovendo la sostenibilità ambientale. Per saperne di più su come beneficiare di questi sussidi, è consigliabile consultare i siti ufficiali e rivolgersi a professionisti del settore energetico.